RSS

Lottiamo contro i parassiti…

Avete bisogno di consigli su come curare le vostre adorate zucchine o i vostri succulenti pomodori?

Avete deciso di mantenervi nel reparto Bio del vostro balcone evitando tutto ciò che è chimico?

Avete notato che non sapete però dove sbattere la testa?

Date un’occhiata ai miei consigli di balconaggio: le malattie principali, i metodi più usati e le tecniche per preparli.

Magari qualcosa di interessante lo trovate… 🙂

 
 

Tag: , , , ,

Un’altra prospettiva

Avete mai provato a fare come Mr. Keating ne “l’attimo fuggente”? Io si.
Stamattina.
Sono salita su una sedia e ho fotografato l’orto. Ma prima mi sono guardata intorno e, visto che sono al sesto piano, momenti svengo perchè soffro di vertigini. 🙂
Ma non avevo mai guardato il mio balcone dall’alto. Anche perchè, che bisogno c’era. Ma è interessante.
Si scoprono nuove geometrie e nuove possibili disposizioni. Guardando fuori (con un bel po’ di coraggio) si vedono cose che altrimenti rimarrebbero coperte da muretti, alberi e comignoli.
Insomma, guardare le cose da un’altra prospettiva ha sempre il suo fascino e la sua utilità. Sempre.
Anche con le piante. 🙂
Bisognerebbe ricordarsi di farlo piu spesso.

20120728-101323.jpg

20120728-101256.jpg

20120728-101247.jpg

20120728-101238.jpg

20120728-101228.jpg

 
1 Commento

Pubblicato da su 28 luglio 2012 in Balconaggio

 

Tag: , ,

Le nane malefiche: le mie carote deformi

E finalmente, dopo quasi un anno (mi sa che ho esagerato) ho raccolto le carote.
Ne hanno passate di tutte, poverine: pioggia, vento, freddo, neve, afidi, piccioni…ma hanno resistito e come premio dovevano essere colte e mangiate!!

Ne ho selezionate alcune, le più grosse…grosse…eufemismo se riferito a loro… Vado a tirare foglie con la destrezza di Bugs Bunny e cosa spunta? Dei mostriciattoli tipo dita di strega che delle carote avevano solo il colore: ne ho trovate alcune rachitiche, alcune cicciotte, ma lunghe solo 3 cm, alcune a treppiede, alcune attorcigliate su loro stesse, alcune talmente brutte che non le ho nemmeno guardate, ma erano lì…le mie carotine, una delle prime semine del mio Orteto…
Così le ho estratte e le ho portate in casa. Dopo un breve momento di sconforto ho deciso di prenderne due, le meno peggio (scelta difficilissima vista l’orripilanza del raccolto!) e le ho sciacquate, raschiate con un coltello (non vale nemmeno togliere la buccia dato che se levo pure quella praticamente sparisce la carota) e poi le ho assaggiate!! ERANO BUONE!!

Sarà perchè erano piccole (e i papaveri alti alti alti) e quindi tutta una concentrazione di sapore, ma erano davvero buone. Dolcissime…Ma sempre brutte…

E li ho capito cosa prova una mamma davanti al proprio figlio stupido: avrà tanti difetti, ma ogni scarrafone…e gli vogliono bene uguale!
E così era per le mie carote…e per pietà nei loro confronti le ho mangiate tutte, non senza prima fotografarle per passarle alla memoria dei posteri.

Ora aspetto che succeda qualcosa a quelle ancora in terra (che in settimana coglierò) e attendo che crescano quelle che ho seminato ex novo.
Nel frattempo ve le mostro. E mostro è la parola giusta…

Questo slideshow richiede JavaScript.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 21 giugno 2012 in Balconaggio

 

Tag:

In pochi capiranno…

Ma sono 7 anni che lavoro su un progetto che si chiama ATOM…e trovare queste mi riempie di gioia…dato che ho formiche e carote.. 😉

La formica atomica

 
 

Tag: , ,

Spuntano altri fiori, allunghiamo lo stornello…

Lo stornello cresce e aumenta di strofe e questo solo perchè le mie piante continuano a far fiori…

Allungo il brodo, ma vi riposto anche la parte vecchia così potete cantare.. 🙂

Ve lo riporto, ma ve lo cantate da soli!!

Fior de CIPOLLA,
mi madre a me m’ha fatto proprio bella.

Fior de ZUCCHINA,
so bbrava pure drento a la cucina

Fiore de ZUCCA,
beato quello che poi me se cucca.

Fior de CAROTA,
ormai c’ho preso gusto e vado a rota.

Fiore de RAVANELLO,
ieri m’è spuntato, pure ‘n pisello.

Fior de MELONE,
ammazza quanto cresce ‘sta canzone.

E me la CANTO,
sistemo ‘n pò er barcone e me ne vanto.

Fior de QUARCOSA,
la vita è proprio ‘na gran bella cosa.

(cambio ritmo!)
E’ FINITO ‘STO STORNELLO
M’E’ VENUTO PROPRIO BELLO.
FACCIO ‘N INCHINO…
SALUTI A TUTTI QUANTI…DA ME E DAR PINGUINO! (sale!)

Bbona cantata…’n’antra vorta!

 
4 commenti

Pubblicato da su 19 giugno 2012 in Balconaggio, Cazzeggio e Varie

 

Tag: , , ,

Consigli da un albero…

 

Tag: , ,

Mancano solo i topini…la zucca è arrivata!

Come tutte le mattine ero fuori in terrazzo a coccolarmi le piante…e sembrava una mattina come tante: le cipolle di Tropea crescono, il fico e il mirtillo sono carichi di frutti, il pero e i porri sono sempre più alti e i peperoncini vanno alla grande! MA NON SAPEVO A CHE MERAVIGLIOSE SORPRESE SAREI ANDATA INCONTRO!!

Tanto per cominciare mi sono riavvicinata alla pianta misteriosa (ebbene sì, c’è sempre una pianta misteriosa, una di quelle che fino a che non fa frutti non saprai mai di che si tratta!) e finalmente ho scoperto di cosa si tratta: è un super-ravanello!!

All’inizio ne ero convinta, tant’è che ho colto le foglie per farci la frittata (grande ricetta di Anna di Cucina Precaria che potete trovare qui!), ma con il passare del tempo mi sono cominciati a venire dei dubbi!

La super pianta si è ingigantita, alzata e ha cominciato a fare fiori. Gli altri ravanelli sono mingherlini, striminziti e con le foglie bordate di rosso, queste foglie sono enormi, completamente verdi e ci sono dei fiori bianchi piccolini…ma che roba transgenica è? Temevo fosse la pianta di fagioli di topolino, mi ci sarei potuta arrampicare…per arrivare non so dove, visto che sono al sesto piano che è anche l’ultimo!!!

Allora mi sono inchinata e provato a spostare un po’ la terra…ed è comparso il mitico!!
Un ravanello di dimensioni mai viste…almeno da me! Bello, rosso, sodo…beh, era da cogliere…

Mi sono consultata con le mie colleghe ortolane di Twitter che mi hanno consigliato il quartetto perfetto: COGLI, LAVA, TAGLIA E MAGNA!! E così ho fatto, ma avevo bisogno di un paragone e così ne ho colto uno di quelli normali… Belli vero? 🙂

Ma la sorpresa più grande era ancora bel lungi da venire!!

Continuo il mio giro visite, manco fossi un dottore in un reparto di ospedale, fino ad arrivare alle mie gioie più grandi: le mie cucurbitacee
Mi annaffio le zucchine, levo le foglie gialle, raccolgo i fiori caduti (pace all’anima loro) e poi passo alla zucca. Ammazzo un paio di formiche, anche lì levo due foglie rovinate e ne seguo una in particolare per capire da dove partisse per tagliarla nel punto più vicino al gambo. E segui segui…cammina cammina…comincio a tirare il ramo da cui questa foglia nasceva…e tira di qua, tira di la…sto ramo non viene su. Continuo a seguirlo fino a che non compare tra le mie mani LEI…e comincio a saltare di gioia!!

UNA ZUCCA…UNA ZUCCA VERA!!
E’ grossa più o meno come una palla da baseball e per chi non sa come è fatta una palla da baseball posso dire che è fatta come una palla, ma si usa per il baseball!!
Scherzi a parte, avrà un diametro di circa 12 cm…ed è lì, bella, tonda, verde….un momento…TONDA?!?! Ma non avevo piantato delle zucche a forma di pera? Niente…come al solito faccio dei casini, ma l’importante è che qualcosa sia spuntato.

E’ stata la soddisfazione più grande…una zucca vera nel mio orteto!!

Ora sto aspettando che anche le zucchine si affaccino…e poi la mia gioia sarà completa!!

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 14 giugno 2012 in Balconaggio

 

Tag: , , , , ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: